Acconciature femminili  - Periodico parrucchieri - Pettinature donna
Enter to the website

QUEEN International

Acconciature femminili - Periodico parrucchieri - Pettinature donna



QUEEN International n° 66 2008

TOM KROBOTH
DIRETTORE ARTISTICO DI AVEDA EUROPEAN

Tom Kroboth è nato a Vienna, Austria, l’8 Marzo del 1969.
Inizia il mestiere di parrucchiere dal basso: nel 1985 Tom Kroboth comincia un apprendistato come acconciatore con Intercoiffeur Ossig di Vienna, che terminerà nel 1988. Nel 1990 inizia un’educazione professionale specialistica nel campo dell’avanguardia e dello spettacolo con il salone Grecht di Vienna.
La sua formazione personale non solo lo conduce al salone Gerhard Meier di Monaco, ma anche al Vidal Sasson di Amburgo. Durante i seguenti 6 anni gli viene insegnata l’unica tecnica di taglio Vidal Sasson e, dopo due anni, viene anche nominato Direttore Creativo. In questa nuova mansione è responsabile dello sviluppo della tendenza, degli spettacoli, dei seminari internazionali e della formazione interna. Dall’Ottobre del 2000, Tom Kroboth lavora come artista di acconciature e trucco free-lance con BIGOUDI ad Amburgo e si crea un nome nella moda nazionale ed internazionale, nella pubblicità e nelle produzioni media. Oltretutto è responsabile della produzione di innumerevoli foto per Gard. A numerosi eventi di moda, per esempio per Chanel, Roberto Cavalli, Gucci, Strenesse e Vivienne Westwood, Tom Kroboth convince con successo con look all’avanguardia e look moderni da passerella così come con stili individuali.
Si distingue facilmente facendo rivivere, reinterpretando e sviluppando stili di acconciature classiche appartenenti a decadi diverse in modo moderno. Anche artisti riconosciuti internazionalmente come David Copperfield, Heike Makatsch, Liza Minelli, Eva Padberg e Jil Sander ricevono consulenze e consigli di stile da Kroboth. Nel 2004 Tom Kroboth si unisce ad Aveda ed è nominato Direttore Creativo dell’ Aveda Lifestyle Salon & Spa di Berlino. È responsabile di fornire la direzione creativa del negozio di bandiera di Aveda.
Kroboth diviene ulteriormente conosciuto internazionalmente quando viene nominato Direttore Artistico di Aveda il 15 agosto 2006.
In stretta collaborazione con Antoinette Beenders, la Direttrice Creativa di Aveda, e David Adams, Direttore Tecnico Artistico di Aveda, diventa responsabile dello stile e della formazione dei saloni Aveda Lifestyle. Inoltre, è a capo della direzione creativa delle Accademie Europee di Aveda e opera come Rappresentante di stile per Aveda in Europa.
Il marchio più esclusivo della carriera di Tom Kroboth è senza dubbio il suo successo ai German Hairdressing Awards. Nel 2005 vince nelle categorie Avanguardia e Uomini, l’anno seguente nelle categorie Avanguardia, Stampa e Donne del Nord. Di nuovo, nel 2007, stringe nelle sue mani il più ambito trofeo vincendo nelle categorie Avanguardia e Stampa. Vincendo il premio Avanguardia per la terza volta consecutiva, è il secondo stilista ammesso all’agognato Salone della Fama, onorando gli acconciatori di alto rango nell’industria tedesca delle acconciature. Anche internazionalmente Kroboth convince con le sue idee. Dagli AIPP Awards nel 2007 emerge come il migliore parrucchiere di Avanguardia e si aggiudica il secondo posto nella categoria dei Migliori Uomini. Nell’estate del 2008 è premiato come miglior acconciatore del mondo con il Gran Trofeo AIPP 2007-2008, seguendo così le orme di alcuni tra gli stilisti più importanti.
Che cosa ti interessò all’inizio della tua professione? Quando ero bambino, ero solito vestire e tagliare i capelli delle bambole di mia sorella, cosa che a lei, ovviamente, non piaceva…
Come sono stati i tuoi primi anni in questo mondo?
Ho lavorato come apprendista nel salone di acconciature classiche di Vienna e ho partecipato a numerose selezioni in Austria... Da dove provengono le tue idee di stile? Prendo l’ispirazione praticamente ovunque – moda, musica, arte, storia,economia, le strade - e mentre sto viaggiando.
Chi ammiri oggi? Ammiro tutti gli stilisti che migliorano costantemente le loro tecniche, idee e collezioni. Indicaci le tue previsioni sulle mode per questa stagione.
Sono certo che il taglio corto tornerà nuovamente di moda come si può vedere nelle passerelle di tutti gli eventi fashion; è una tendenza che noto anche tra i miei clienti.
Come credi che cambieranno gli stili che crei nel futuro?
Non penso che i miei stili cambieranno nel futuro, ma mi piacerebbe ispirare altri stilisti affinché continuino a lavorare sviluppando le loro idee, tecniche e creatività.
Come ti mantieni aggiornato con le ultime tendenze creative?
Tengo sotto controllo le ultime riviste di moda, le passerelle e il cinema. Comunque non sono più così attento alle tendenze, piuttosto preferisco focalizzare la mia attenzione sulla percezione dei capelli.
Che cos’è la moda per te?
La moda è un modo per esprimere la personalità di qualcuno e offre molte opportunità di essere creativo… Quali credi essere alcune delle principali differenze tra il lavoro degli stilisti europei? Considero la Germania un grande luogo per quanto riguarda le tecniche professionali di taglio e stile, un modo moderno di creare acconciature. Londra è più focalizzata sul taglio di capelli..Italia e Spagna possono essere considerate specialiste dei capelli lunghi e dell’asciugatura a phon. Comunque penso che in quest’ambito l’Europa continui a crescere unita…
Che cosa ti appassiona riguardo questa professione?
Adoro rendere felici le persone! Qual è la tua filosofia guida? Prima impara le tecniche e come applicarle, poi puoi diventare creativo.
Di quali risultati vai più orgoglioso? Aver vinto il riconoscimento degli stilisti di tutto il mondo.
Qual è il tuo segreto per rendere felici i clienti? Ascoltare, ascoltare, ascoltare… Quali sono i tuoi obiettivi personali per il futuro? Attendo e vedo che cosa il futuro ha in serbo. Ovviamente ho dei sogni, chissà…
Come vedi la donna d’oggi?
Mi manca la donna che si vestiva e appariva fantastica come accadeva negli anni ‘40 o ‘60. I tempi sono diversi ma le donne dovrebbero essere orgogliose di essere femminili e sexy. Tuttavia credo che la tendenza stia un pò cambiando ora, per fortuna.
Quali sono le principali differenze tra un acconciatore e uno stilista di successo? Solo un acconciatore che è veramente appassionato del suo lavoro sarà uno stilista di successo. Qual è il segreto del tuo successo? Metto grande passione in quello che sto facendo! Che cos’è che più ti dà ispirazione?
Discutere le mie idee inusuali con amici.
Secondo te, è necessario viaggiare per rimanere ai vertici della tua professione?
Per me viaggiare è molto importante.
Quando assisto ad eventi di moda in varie parti del mondo, riesco a lavorare con i migliori stilisti e imparo molto da loro.
Qual è il paese più avanti in assoluto nel campo dello stile?
Amo Londra poiché traggo così tanta ispirazione da questa città semplicemente passeggiando lungo le vie o andando nei club.
Qual è stata la soddisfazione più importante che hai ricevuto nel corso della tua carriera? La prima volta che ho incontrato Vidal Sassoon. E ovviamente vincere il Gran Trofeo AIPP: che grande onore vedere il mio nome vicino a tutti quei fantastici vincitori precedenti!
Come denomineresti il tuo stile?
Per i miei look all’avanguardia mi piace considerare i capelli come un materiale, proprio come un artista. Per i look più commerciali mi concentro sulle tecniche perfette e professionali combinandole con la bellezza.
Com’è la relazione con i tuoi collaboratori? Posso ottenere il successo solo con un gruppo forte e professionale.
Cosa tendi a raccomandare più frequentemente ai tuoi clienti, taglio o colore? E cosa ti chiedono più frequentemente? Prediligo i tagli. Tuttavia raccomando di concentrarsi nell’una o nell’altra cosa.
Quanto spesso i tuoi clienti vengono da te? Dipende. Lavoro con clienti che vengono ogni sei settimane, altri che vengono ogni tre mesi. Comunque un buon taglio non va mai realmente fuori forma.
Immagini che ti venga chiesto di dividere i tuoi clienti in categorie: qual è la categoria che ti dà più soddisfazione?
I clienti che mi danno fiducia e sanno che il risultato sarà buono. Ma sento una grande sfida quando mi trovo di fronte a clienti “difficili” (se in assoluto ne esistono): adoro renderli felici!
Credi che oggi sia più importante per una donna essere ben vestita o avere ‘la testa a posto’? L’hairstyle: lo indossi tutto il giorno … Qual è il tuo messaggio per “Queen International”?
Impara la professione dell’acconciatore dal nulla, mantieni il tuo occhio allenato e fai attenzione al dettaglio.

STEP BY STEP
I ricci della modella hanno bisogno di una nuova forma. I capelli sono andati fuori taglio e c’è bisogno di più volume all’interno.
2. Grafico della struttura – Nella parte frontale interna, strati aumentati sono sovrapposti a strati uniformi. Posteriormente lunghezze graduate si sovrappongono a capelli più corti nella zona della nuca. Strati ben uniformi si estendono dai lati verso la corona.
3. Sezionate una riga diagonale dall’area sinistra sopra l’apice della testa leggermente verso la parte destra posteriore del centro della cresta. Da lì create una linea diagonale alta verso la sinistra della nuca e una linea diagonale bassa verso la destra della nuca. Sezionate l’interno dall’area destra della fronte sopra l’apice della testa alla punta dell’orecchio sinistro.
4. A lato sinistro della nuca, create una riga profonda diagonale verso la parte posteriore. Con la testa diritta, distribuite perpendicolarmente e proiettate verso un angolo alto. Posizionate le vostre dita parallelamente e modellate col rasoio. Continuate usando una linea fino a che raggiungerete la metà della sezione.
5. Usate la riga a metà della sezione come una linea di riferimento. Fate convergere le righe successive mentre posizionate le vostre dita non parallelamente per un aumento di lunghezza verso destra. Continuate attraverso la sezione.
6. Nella sezione posteriore sinistra create una riga verticale dietro l’orecchio. Posizionate le vostre dita verticalmente e usate la punta del rasoio per scolpire segmenti di capelli più corti dentro la riga. Modellate le restanti lunghezze dall’alto al basso della riga parallelamente alle vostre dita.
7. Lavorate fino a che raggiungerete l’attaccatura frontale a destra con linee di design multiple creando un aumento graduale di lunghezza verso la parte destra.
8. Create una riga verticale all’estremità dell’orecchio destro. Posizionate le vostre dita verticalmente e modellate parallelamente con il rasoio creando una linea. Fate convergere i capelli dall’attaccatura frontale verso la parte posteriore e modellate con il rasoio parallelamente. Create un’ampia riga retro-diagonale 1" (2.5 cm) dietro l’orecchio destro, fate convergere le lunghezze in avanti e modellate col rasoio parallelamente alla stessa linea.
9. Il disegno mostra una riga lungo l’attaccatura frontale lungo il lato sinistro. Create righe verticali nella parte sinistra e righe principali da un punto d’origine all’apice.
10. Successivamente, prendete una riga ad ampiezza di 1.25 cm lungo l’attaccatura frontale sinistra. Modellate col rasoio righe verticali individuali e sistemate i capelli a 90° per creare corte lunghezze uniformi. Lavorate dalla fronte all’area delle basette. 11. Scolpite la sezione sinistra interna prendendo righe verticali con proiezione 90° e posizionate le vostre dita vicino alle punte. Modellate col rasoio dalla sezione media fino alle punte per creare lunghezze ben strutturate. Scolpite ciò che rimane della sezione.
12. Usate una guida di lunghezza dalla corona e create una riga verticale dall’apice. Posizionate le vostre dita per un aumento di lunghezza verso la fronte.
Modellate col rasoio parallelamente alle vostre dita. Usate una linea di riferimento, create una riga principale e lavorate verso il lato destro.
13. Il disegno mostra la disposizione di un triangolo fuori centro nella parte interna a destra ed intrecci punti luce nell’area della corona. Sia la sezione che i punti luce sono stati pre-schiariti usando schiarente in polvere a 30 volumi (9%). 14. Sciacquate ed asciugate i capelli. Create una striscia verso la fronte della sezione pre-schiarita. Applicate il colore biondo chiaro permanente a 20 volumi (6%).
15. Create un’altra striscia diagonale. Applicate il colore permanente dorato con 10 volumi (3%).
16. Applicate il colore dorato permanente con 10 volumi (3%) alla striscia successiva. Poi, applicate il colore biondo chiaro livello 9 ai restanti capelli di questa sezione.
17. Applicate il colore biondo chiaro livello 9 alle parti intrecciate vicino alla corona. Trattate, sciacquate, applicate shampoo e balsamo prima di procedere con l’acconciatura.

MODA AUTUNNO/INVERNO 2008/2009
È una collezione di umore mitteleuropeo quella di Antonio Marras. Si alternano abiti severi ad abiti squisitamente femminili, ricchi di ricami e imprevedibili drappeggi, che rendono romantico anche il grigio fumo. I tailleur maschili irrigidiscono la silhouette, pur definendola con stile, ma il resto della collezione è morbida, su una palette di tortora, rosa e polvere.
È una sintesi equilibrata di rigore e sensualità l’ultima collezione di Donatella Versace. Gli abiti sono scattanti, in tinte cariche dal viola al fucsia al giallo e di design sartoriale su forme e volumi. Alla sera esplode il glamour: lunghi abiti in jersey e chiffon in colori squillanti come ametista, ciclamino, giallo neon, impreziositi da asimmetrie e discreti ricami.
La nuova collezione Blugirl si copre di lana si riscopre il cardigan e il pull norvegese, la mantellina a fiocchi, il cappuccio in maglia con il bordo di pelliccia, le calzamaglie grosse e i guanti di lana fino al gomito. A rendere il tutto più femminile contribuisce la tonalità di cipria cremosa, ma la dolcezza si riflette anche sul nero. Tornano poi gli abitini sciolti alla “Années Fitzgerald” e le scarpe dorate o argentate col cinturino, ma sopra calze coprenti e sotto strati di cachemire. A coprire le spalle una serie deliziosa di cappottini con la martingala, gilet di pelliccia e mantelline.
Ecco, invece, il look per le ricche, belle e famose cadute in un’overdose di sesso, droga e celebrità: la collezione Frenkie Morello parla di eccessi, urla i disagi, racconta storie di vite spezzate attraverso simboli e lettering intagliati su abiti origami. Al di là del gioco, la collezione viene costruita sulla tridimensionalità della vernice lucidissima e lavorata a onde, sulle paillettes usate come squame, sugli intagli laserati, sui bordi di marabù, sul taffetà multistrato. Spogliata dell’anima dark-rebel-pop, la collezione risulta portabile: cappottini accostati alla silhouette, tailleur quadrati con polsi di pelliccia, miniabiti effetto pixel, trench dalla linea a matita, giubbotti con il maxi cappuccio, giacche da smoking senza maniche.
La collezione invernale di Missoni è un inno alla costruzione architettonica dei capi, tutti giocati intorno a forme tondeggianti e circolari o asimmetriche e molto avvolgenti, esaltate da tessuti couture come panno double e cachemire accostato al visone bicolore che spesso crea anche volumi a kimono o diventa una gonna. Blocchi di colore, dal pavone al lampone, dal pistacchio al petrolio, smorzati dal grigio e dal nero spiccano su vestiti e pullover dalle forme a sacco, su maglie intarsiate a motivi floreali o in mohair tinta unita, su cappe poncho in nappa con cappuccio doppiato e gonne di seta tagliate a spirale.
La donna Armani viaggia, vede, assorbe, si ispira, ma mantiene il suo stile classico di sempre. Le sue giacchine e i suoi calzoni morbidi, le sue scarpe senza tacco e i suoi abiti piccoli sul busto e ampi sulla gonna, i suoi colori sobri e le sue stampe sofisticate. I richiami etnici sono evidenti, con un occhio particolare all’Oriente in chiave gipsy. Come sempre le strutture dei capi sono magistrali, i colli importanti e spesso asimmetrici, gli abiti da sera preziosi di passamanerie: sono nuovi invece i cappotti da sera in maglia fasciante ma non spessa, e le camicie a balze di seta plissettata color antracite.
contact us
Contattaci Subito
Newsletter
Gossip e News
Beauty Bazar
GLOBENews
E-commerce
Globelife TV - Internet television
Hairfashion Gallery
Beauty News
Hair cafe
Marketing
Hair Collection